itenfrde
CARRELLO
- 0,00 €
Carrello vuoto
I tuoi prodotti Update Price
Mercoledì, 15 Luglio 2020 16:48

Caldo e Siccità. Le cisterne flessibili Eco Tank come riserve antincendio!

Written by Eco Tank
Rate this item
(0 votes)

Spesso il caldo e la siccità possono causare lo sviluppo di un incendio. Questo perché se non dovesse piovere da settimane e gli alberi e le piante fossero esposti ai raggi solari, la forza di questo calore comporterebbe l’evaporazione di una grande quantità di acqua che normalmente viene trattenuta dalle piante. Ecco che la presenza di un clima secco e arido può causare dei danni spesso irreparabili.

Le cisterne Eco Tank oltre a rappresentare un sistema economico, ecologico e di facile installazione in svariati settori, sono anche una vera e propria fonte idrica di riserva per i sistemi antincendio.

Uno dei principali fattori per cui questo è possibile è dato dal fatto che le cisterne morbide Eco Tank consentono di recuperare l’acqua piovana che, immagazzinata al loro interno, viene conservata per poi essere riutilizzata. In questo modo è anche possibile contribuire alla salvaguardia della risorsa idrica, riducendo gli sprechi e adottando dei comportamenti ambientali sostenibili.

 

Perché è possibile recuperare le acque piovane?

Uno dei principali vantaggi per cui le cisterne Eco Tank rappresentano la scelta ideale per contenere grandi quantità di acqua è dovuto al loro rivestimento. Esse sono realizzate in tessuto di poliestere di diversi grammi al metro quadro e sono rivestite in PVC per resistere ai raggi UV. Tale rivestimento consente di supportare l’acqua e diversi tipi di liquidi.

 

Recupero acque piovane e stoccaggio liquidi: principale vantaggio per le riserve antincendio

Ma il principale vantaggio per cui le cisterne flessibili Eco Tank rappresentano un valido aiuto nei sistemi antincendio è il recupero dell’acqua piovana e lo stoccaggio di liquidi e liquami che possono essere riutilizzati in base alle diverse esigenze.

Il sistema di recupero delle acque piovane generalmente è composto da:

  • Un filtro che trattiene i residui solidi dalle acque raccolte;
  • Una cisterna flessibile e morbida che ha una capienza di diversi litri in base alle necessità;
  • Un impianto di aspirazione formato da un filtro di aspirazione e dalla pompa che trasporta l’acqua all’interno della rete di distribuzione;
  • Un sistema di distribuzione formato dalle tubazioni che hanno il compito di portare l’acqua alle utenze;
  • Una centralina elettronica che serve a condurre i sensori di livello, la pompa, le valvole e tutti i componenti elettrici.

 Il recupero dell’acqua piovana avviene collegando le grondaie a una cisterna morbida a cui fa a capo un sistema di impianto. Questo si trasforma in un vero e proprio vantaggio diventando una scelta ideale in termini di consumi di acqua, ma anche in termini di impatto ambientale dato il suo riutilizzo.

Un altro importante vantaggio delle cisterne è lo stoccaggio dei liquidi organici e degli oli derivanti da processi chimici e industriali. Questi materiali di scarto sono altamente inquinanti, quindi è necessario immagazzinarli qualora siano in eccesso e non sia possibile smaltirli.

Nel caso in cui fosse possibile viene svolto un trattamento delle acque reflue che consiste in un processo di rimozione dei contaminati dalle acque reflue, di origine urbana o industriale.

Read 31 times Last modified on Giovedì, 30 Luglio 2020 10:03

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

  • Indirizzo: Via Brescia 10/B, 26010 Pozzaglio (CR)
  • Tel: +39 0372 55035
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Newsletter